Sintomi prima del test positivo

Chi, durante la ricerca di una gravidanza, non si è mai chiesta se un determinato fastidio potesse significare l’arrivo della cicogna?

Nel periodo post ovulativo veniamo assalite da mille domande e le nostre antenne sono drizzate come non mai!! Spesso si fanno domande alle amiche che ci sono passate, sui forum di gravidanza e anche a me ed è per questa ragione che ho deciso di raggruppare per voi tutti i sintomi a cui ho assistito da quando ho creato questo blog.

  1. Zero sintomi; stessi disturbi tipici del pre-ciclo
  2. Perdite da impianto
  3. Sbalzi d’umore
  4. Molta stanchezza/sonno
  5. Nausea
  6. Seno diverso; ingrossato, sensibile, sodo, teso, capezzoli scuri…
  7. Crampi/spilli/fasidio alle ovaie
  8. Super olfatto; molta sensibilità agli odori
  9. Vomito
  10. Bruciori di stomaco
  11. Nervosismo, più del solito
  12. Dolori alla schiena
  13. Giramenti di testa
  14. Scariche di diarrea
  15. Muco cervicale egg

I sintomi appena elencati, per essere collegati alla gravidanza, possono insorgere non prima del 5-7po.

Nelle stories in evidenza vi ho anche parlato di come gli stick di ovulazione fatti dal 10po possano essere un indicatore (NON CERTO!) di un avvenuto concepimento, ma spesso mi trovo confrontata a ragazze che avendo stick marcati subito dopo l’ovulazione mi chiedono spiegazioni… Ebbene, non vanno assolutamente presi in considerazione!

Vi racconto inoltre l’esperienza avuta con Ian… Nei giorni precedenti al test positivo mi sentivo esattamente come gli altri mesi; molto suscettibile e male alla parte bassa della schiena, che era il mio segnale di arrivo delle mestruazioni! Anche le settimane e i mesi successivi, però, non mi hanno particolarmente colpita, poiché non ho mai sofferto di nessun fastidio tipico della gravidanza.

È anche doveroso ammettere che, quando si sta tentando di esaudire questo magnifico desiderio, la nostra psiche può dare origine a sintomi del tutto falsi oppure farci percepire un fastidio normale come qualcosa che sicuramente sarà collegato a un esserino nel nostro utero… per quanto difficile, bisogna cercare di rimanere lucide ed eliminare qualsiasi fanta-sintomo.

Detto ciò, ogni donna è diversa e ogni gravidanza è qualcosa di nuovo e misterioso. Pur avendo già altri figli, non possiamo sapere come il nostro corpo reagirà alle future gravidanze, perciò l’unica cosa saggia che ci resta da fare è aspettare il momento buono per eseguire un test di gravidanza. Quella meno saggia, invece, è assillarci di mille dubbi tanto da non riuscire a dormire la notte!!

La frase che mi trovo a ripetere molto spesso alle ragazze che ho (e ho avuto) il piacere di seguire è: nel PO (post ovulazione) tutto può voler dire niente e niente può voler dire tutto! Non dimenticatela 🙂

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo nei tuoi social e seguimi su Instagram @vitainblublog per restare sempre aggiornata/o :)

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Sara

    Mi trovo d’accordo con te, ma a volte stare serene e non pensarci non è facile.. Io non vedo l’ora di restare incinta. Non ho mai fatto stick di ovulazione ma inizierò. Tra l’altro sto per cominciare un alimentazione più mirata per la fertilità. Speriamo bene 🤞💗

    1. Vitainblu

      Certo, hai proprio ragione, e io sono la prima a fare tutto e di più per cercare di avere una risposta il prima possibile!!😉 In bocca al lupo cara!! Su Instagram trovi anche delle info sull’alimentazione nelle stories in evidenza e anche degli articoli qui nel blog…

Rispondi a Vitainblu Annulla risposta