Le depressione post-partum

Oggi affrontiamo una tematica importante non solo per le donne che ci stanno passando in questo momento, ma anche per coloro che potrebbero viverlo in futuro o hanno un’amica/parente/compagna che potrebbe attraversare questo momento così delicato durante la propria vita. La depressione post-partum non va stigmatizzata, bensì è parlandone e condividendo le proprie esperienze che si è d’aiuto a se stessi e a chi ci circonda.

Ari ha deciso di raccontarvi, con grande coraggio, ciò che è capitato a lei…

Ciao a tutte le mamme, neo mamme e future mamme!

Sono qui per raccontarvi la mia esperienza sulla depressione Post Partum. Purtroppo se ne parla troppo poco e secondo me dovrebbero parlarne anche ai corsi pre-parto perché non va sempre tutto liscio come raccontano.

Inizio dicendo che la gravidanza è andata meravigliosamente bene, non avevo nessun sintomo (solo stanchezza) e me la sono goduta al meglio!

Il parto, anche, una passeggiata…sarà perché ero serena e tranquilla ma quasi non me ne sono accorta! Insomma, alle 21:15 mi si sono rotte le acque e alle 22:22 del 24 maggio 2019 è nata la mia principessa ELETTRA di kg 2,800 e lunga 49 cm.

Ero felicissima, appena l’ho vista mi sono innamorata… mi guardava con quei suoi occhioni!!!

Dopo, i 3 giorni successivi, iniziavo a sentirmi veramente stanca e lo stomaco sottosopra. Elettra non voleva attaccarsi al seno, le ostetriche insistevano ed io ero esausta! Uno straccio insomma… uno zombie!

Il 27 mi chiedono se volessi andare a casa e sì, lo volevo… non ce la facevo più di stare lì….

A casa pensavo di stare meglio ed invece stavo sempre peggio. Elettra non dormiva e piangeva, strillava, per tutta la notte! Stava attaccata al seno ore e poi non dormiva… così per una settimana! Io ero entrata in un tunnel, di notte non dormivo e di giorno non riuscivo a prendere sonno… e così non mangiavo e mi sentivo chiusa tra le quattro mura del mio appartamento ad aspettare che Elettra si svegliasse, per cambiarla e darle da mangiare… ma quasi mi dava fastidio, mi dava fastidio dover dedicarmi completamente a lei… che pensieri brutti!

Ma lo sapete perché piangeva? Perché ho scoperto, noleggiando il tiralatte, che latte io non ne avevo! E lei aveva fame, doveva crescere! Recuperare un po’ di peso, perché è nata due settimane prima della scadenza e l’avevo portata fuori dall’ospedale con 2 etti in meno dalla nascita!

Ma ormai io ero entrata in quella che si chiama DEPRESSIONE POST PARTUM, perché le ostetriche e la pediatra mi hanno fatta sentire inadatta, dicendo che non era vero che non avevo latte! Che dovevo insistere, provare ad estrarlo ogni 3 ore.. ma non ce la facevo.. non dormivo! Elettra si svegliava ogni mezz’ora o ogni ora durante la notte! Ero calata 9 kg in 2 settimane…

E poi, le altre mamme: “mio figlio, un angelo!” – “mia figlia, mangia e dorme!” – “mio figlio, appena portato a casa dorme dalle 23 alle 6:00” … e così io ero disperata!! E mi chiedevo: “ma proprio a me? Proprio io una bambina che non dorme, che strilla!!!”

E così ti fanno sentire ancora di più inadatta, perché poi pensi “Sono io che non sono in grado di tranquillizzare mia figlia!?!”

Ma un po’ è vero. Perché i bimbi sono delle spugne e assorbono tutti i nostri sentimenti! Probabilmente Elettra sentiva tutta la mia tensione, le mie paure, le mie ansie, il mio nervoso!

Proprio così, la depressione post partum è un mostro! Non ti fa amare tua figlia come dovresti…anzi pensi che forse un figlio non avresti dovuto farlo.. perché ti sembra tutto così strano, perché pensi che ti abbiano rubato il tuo tempo/spazio.

Io per fortuna, mi sono accorta di essere entrata in questo tunnel .. e mi sono fatta aiutare da mia mamma! Santa donna…penso di averle rovinato la vita nei primi 3 mesi di mia figlia! Stavo ogni minuto attaccata al cellulare, le scrivevo tutto quello che facevo con Elettra, per avere una conferma se avevo o meno fatto la cosa giusta!

La chiamavo alle 3 di notte, perché non riuscivo a far smettere di piangere Elettra! E lei arrivava!

Veniva a pranzo e cena per controllare se mangiavo.. perché proprio non ci riuscivo! Lo stomaco era chiuso!

E poi mi pesava tutto.. preparare il latte, uscire, cambiarla, stare ore per ad addormentarla!!!

Ho poi deciso di andare 2 settimane a casa dei miei genitori, così da avere mia mamma sempre con me ed essere sicura di fare tutto correttamente!! Ma poi, cos’è giusto o sbagliato??? È giusto quello che noi mamme sentiamo di fare per i nostri figli!

Piano piano con l’appoggio di mia mamma andava sempre meglio ed acquisivo sempre più sicurezza! E piano piano, più mi tranquillizzavo e più Elettra era tranquilla e aveva iniziato a dormire tutta la notte!

E finalmente dal 4 mese di mia figlia qualcosa è cambiato… ne sono uscita!

Credo di essere uscita da questa brutta bestia quando Elettra ha iniziato a sorridere.. e ogni volta che mi guardava innamorata e mi sorrideva io stavo meglio!!! È stata lei la mia medicina!!

Adesso non mi stacco più da lei, la amo con tutto il mio cuore! E mi dispiace di aver perso tempo prezioso che avrei potuto dedicarle, ma adesso lo sto recuperando tutto!!!

Voglio dire a quelle mamme che sono entrate in depressione di non spaventarvi, parlatene.. con chi meglio credete: mamma, amica, medico… ma parlatene!!! E vedrete che ne uscirete! Può spaventare lo so, ma i nostri figli hanno bisogno di noi più forti che mai!!

Invito tutte le mamme che hanno passato questo periodo a raccontarsi, perché altre mamme hanno bisogno di sentirsi meno sole! E devono sapere che non è tutto rose e fiori.. e quello che raccontano le altre mamme dicendo che va tutto bene non è sempre vero!

Ascoltate solo voi stesse!!!!!

Un abbraccio a tutte Voi!!! Noi siamo donne, mamme e siamo delle guerriere!

Ari

Se volete aiutare il prossimo condividete questo articolo su FB oppure nelle storie di Instagram; parlarne è il primo passo per tornare a stare bene.

Questo articolo ha 2 commenti

  1. Giusy

    Ciao, leggendo la tua storia ho visto me stessa. È esattamente in questo modo che mi sento adesso. Ho cominciato la cura con gli antidepressivi e spero veramente che facciano effetto molto presto.

    1. Arianna

      Ciao cara Giusy,
      Io personalmente non ho voluto antidepressivi, ma ho preso qualcosa di naturale. Spero ci sia qualcuno che ti supporti. Se hai bisogno di parlarne scrivimi pure qui arianna.bi1991@gmail.com oppure su instagram mi trovi come ariuc_91

Lascia un commento